Evasione e bancarotta,sequestro 2,3 mln

Beni per oltre 2,3 milioni di euro sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza di Vibo Valentia a due società riconducibili a sette persone, appartenenti allo stesso nucleo familiare, e operanti nel settore della grande ristorazione a Pizzo. Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Vibo Valentia su richiesta della Procura al termine delle indagini in materia fallimentare svolte dai finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria. L'indagine ha permesso di fare chiarezza su un sistema fraudolento che ha condotto un'impresa al fallimento, distraendone rami aziendali produttivi, attraverso la scissione e la cessione degli stessi ad altre società appositamente create, generando così una "scatola vuota", depredata e gravata da soli debiti. In particolare i sigilli sono stati apposti ad un bar, quattro immobili, disponibilità finanziarie e un veicolo. E' emerso, inoltre, che l'impresa aveva sottratto al fisco oltre un milione di euro di imposte non versate.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Lamezia Informa
  2. CMNews
  3. Il Lamentino
  4. Lamezia Informa
  5. Lamezia Informa

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

San Pietro a Maida

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...